Gli irrinunciabili dell’Animazione Sociale

Gli irrinunciabili dell’animazione tra prospettiva e metodo per dire l’animazione sociale in un tempo di rassegnazione

Inserto su Animazione Sociale di marzo 2009.

animazione socioculturale

L’animazione è sollecitata ad attualizzare la sua storia confrontandosi con le domande del nostro tempo. Quale dunque può essere il tema generatore dell’animazione oggi e, di conseguenza, lo stimolo perturbatore che essa può offrire per andare oltre le contraddizioni e fare spazio alle attese e ai desideri spesso soffocati? Rispondere all’interrogativo chiede di mettersi in ricerca, facendo interagire le domande con le scommesse antropologiche e con l’approccio metodologico che sono alla base dell’animazione socioculturale.

Scarica l’inserto completo Gli irrinunciabili dell’Animazione Sociale.

Quale animazione in tempo di rassegnazione, risentimento, passioni tristi?
A partire da questo interrogativo l’inserto individua un sentiero da sempre caro agli animatori, ma forse poco battuto: ripartire dall’animare il sentimento e il desiderio.
In questa logica vengono suggeriti alcuni irrinunciabili che lasciano intravedere una «prospettiva» entro cui ipotizzare di resistere alla rassegnazione per far spazio all’immaginazione. In altre parole riaprire lo scenario stesso della possibilità.
A questi irrinunciabili di prospettiva l’inserto affianca alcuni irrinunciabili di metodo che, senza rifugiarsi nei tecnicismi, indicano la progettazione partecipata e dunque democratica come luogo in cui il sentimento viene ad animarsi come senso collettivo.

L’inserto

L’inserto è frutto di una ricerca e riflessione di AssociAnimazione e Animazione Sociale. Rifelssione sulla base di un documento maturato in un master per esperti di animazione realizzato da coop. Finis Terrae e AssociAnimazione.
La ricerca ha coinvolto animatori di diverse regioni in seminari su tematiche specifiche: il gruppo, il lavoro di comunità, la creatività e la ludicità.
Il materiale è stato rielaborato da L. Dell’Acqua e A. Cattaneo della coop. Comin di Milano, M. Martinetti della coop. Finis Terrae di Vercelli, L. Ponti e M. Cerutti della coop. Vedogiovane di Borgomanero, M. Ferrua della coop. Valdocco di Torino, M. Marmo presidente di AssociAnimazione.

L’inserto è un punto di arrivo, ma anche un punto di partenza non solo rispetto al «che cosa è fare animazione», ma anche rispetto a come consolidare il progetto dell’animazione. Da entrambi i punti di vista, con le pagine dell’inserto Associanimazione considera conclusa la fase costitutiva dell’associazione e apre un nuovo percorso di confronto partecipato per dare nuova voce a una tradizione «irrinunciabile» nel lavoro educativo e sociale in Italia.
Nei mesi che seguono diventa importante mettere a fuoco, a livello locale-territoriale e nazionale, un insieme di appuntamenti tra animatori professionali, ma aperto anche a quel «popolo dell’animazione» che si muove nei mondi del tempo libero, come pure agli operatori sociali.