Incontri Ravvicinati

IL PROGETTO
COOP ha chiesto a “Cose da fare con i Giovani” di effettuare una ricerca-azione attorno agli stili di vita, alle visioni e alle pratiche collaborative.

Abbiamo chiamato questa ricerca “Incontri ravvicinati” pensando ad una connessione tra soggetti, oggi, così differenti: da una parte la grande cooperazione di consumo, dall’altra il pluriverso di esperienze giovanili, e non solo, che si stanno cimentando nella rigenerazione
di luoghi e beni, nella sperimentazione di forme di collaborazione e condivisione, di innovazione inclusiva.

Ci pare interessante che la più grande realtà cooperativa italiana desideri ascoltare i giovani e sia curiosa di comprendere cosa si muova tra le nuove generazioni che stanno interpretando il cambiamento nei modi di formarsi, approcciarsi ai consumi, al lavoro.

Le aree geografiche coperte e la georeferenziazione

Sono oltre 100 i contesti collaborativi censiti.
Qui sotto un elenco tra quelli che gravitano nelle aree di lavoro di Incontri Ravvicinati (o per location o perchè le persone che gravitano nelle aree di IR operano in altri luoghi comunque vicini e quindi qui riportati).
Per arrivare agli oltre 100 va inoltre considerato: le 8 Case del Quartiere di Torino (qui nell’elenco si è segnato genericamente case del quartiere), le reti di Multiverso e Impact Hub (che insieme comprendono altri 10 luoghi e che in questo elenco risultano solo per quelli che sono presenti nelle aree di IR) e infine altri luoghi che abbiamo monitorato come luoghi e contesti cosiddetti “di controllo” che riguardano località come Palermo, Napoli e Firenze.